LISTENING STRATEGIES: come migliorare l’ascolto.

L’ascolto e la comprensione costituiscono da sempre un ostacolo per chi impara un’altra lingua. Nel caso dell’inglese, comprendere diventa, talvolta, ancora più difficile a causa della molteplicità di accenti che lo caratterizzano.

Quali sono le difficoltà legate all’ascolto?

In questi anni di insegnamento ho raccolto diversi feedback su questo tema e ho scelto tre delle risposte più comuni a questa domanda:

1. pronuncia,
2. velocità dell’eloquio,
3. mancanza di vocabulary.

Come possiamo superare queste difficoltà?

Esistono diverse tecniche che possiamo adoperare, ad esempio:

Shadowing.

The idea is simple:
you listen to someone speaking and you repeat what they say in real time, with as little delay as possible.
Ripetere mentre si ascolta può essere di grande aiuto, soprattutto per chi è all’inizio dell’apprendimento.
Suggerisco di partire da frasi brevi, scegliendo argomenti che ci appassionano. Ecco alcuni consigli per fare shadowing.

Procurati un video con dei sottotitoli, in cui il testo sia parlato molto lentamente.
Fai partire il video (o l’audio) e dopo circa mezzo secondo comincia a ripetere quello che senti, concentrandoti inizialmente più sui suoni e sulle intonazioni che sul significato delle parole
Quando ti senti sicuro, togli i sottotitoli e fai shadowing solo ascoltando il testo.

Ascolta cose semplici

– Documentari, cartoni animati (classici Disney), prodotti già visti in italiano che ti permettano di cogliere differenze e similitudini linguistiche;

– Podcast: Bbc learning English, ad esempio, è super consigliato per il livello pre-intermediate; i podcast “Easy stories in English”, invece, per il livello elementary; mentre “Real life English” per livello intermedio; infine per il livello Advanced qualsiasi tipo di podcast, in particolare TEDTALK o TEDed;

– Audiolibri: “BlackCat”, ad esempio, è un’ottima casa editrice. Sono utili soprattutto perché c’è il testo e il cd all’interno, questo permette di poter ascoltare e leggere. I libri sono suddivisi per livello, il che consente di fare una scelta più consapevole rispetto al percorso che si vuole intraprendere.

GIST LISTENING

Che cos’è? E’ l’ascolto generico, quello che precede un secondo ascolto più mirato e che ci consente di concentrarci sul messaggio generale. Solitamente è questa la tecnica che si applica anche nell’ascolto da autodidatta. Andare per gradi e farlo con costanza può dare ottimi risultati nella comprensione.

Una volta esaurito il gist, quindi durante il secondo ascolto (detailed listening), è consigliabile prendere nota delle parole chiave o espressioni che non si conoscono e con queste costruire un glossario delle parole e delle espressioni utili.

STRESS SHIFT

Letteralmente “spostamento dell’accento”, ossia dove questo cade.

E’ importante, quando si ascolta, capire qual è la FOCUS WORD: the word that gets the main stress in a phrase.
Solitamente cade sul verbo o sull’aggettivo, tutto dipende dalla parola che vogliamo enfatizzare.

Examples:I THOUGHT about it
I’m gonna GO there

We say it a little longer and louder. We usually have a primary stress, like in comPUter.